I chili di troppo: un peso eccessivo per il nostro cuore

16 gennaio 2019 1

Le vacanze di Natale, il ritorno a casa. L’interminabile sequenza di pranzi e cene. Un countdown in salita, tra brindisi in compagnia, il frigo da svuotare e una “grossa eredità” da smaltire. I chili di troppo che troviamo nella calza della befana, però, non sono solo un problema di natura estetica. Il sovrappeso, infatti, rappresenta uno tra i principali fattori di rischio per la salute del nostro cuore.

Come qualsiasi meccanismo dotato di ingranaggi, per svolgere correttamente la propria funzione il nostro muscolo cardiaco ha bisogno che le diverse componenti funzionino alla perfezione.

All’interno di questo scenario, i cosiddetti “cuscinetti di grasso” disciolgono nel nostro sangue alcune sostanze che, al di sopra di un certo livello, producono effetti negativi molto impattanti sul nostro sistema cardiovascolare.

E’ per questo che è importante, dopo le abbuffate di fine anno, ritrovare la forma e controllare il girovita: se questo supera i 94 cm per l’uomo e gli 80 per la donna, occorre iniziare a pensare seriamente a un piano alimentare più corretto; quando, invece, il girovita supera i 101 cm per l’uomo e gli 87 cm per la donna, la probabilità di riscontrare delle patologie cardiovascolari aumenta in maniera pericolosa.

In sintesi, adottare un corretto stile di vita che preveda delle corrette abitudini alimentari e una sana attività fisica è un presupposto fondamentale per tutelare la salute del proprio cuore.

Prima di mettersi a dieta e/o iscriversi in palestra, è però consigliabile un check up completo presso uno studio specialistico, al fine di valutare le effettive condizioni di salute e intraprendere, in sicurezza, un virtuoso percorso di dimagrimento.